Virus dell’influenza aviaria – cause, sintomi e trattamento

L’influenza aviaria è una malattia causata da ceppi di virus di gruppo A che colpiscono gli uccelli. Allo stesso tempo, ceppi altamente patogeni sono stati conosciuti per causare la malattia negli esseri umani. Questo è accaduto quando una persona è in contatto diretto con il pollame infetto o le loro carcasse. I vettori del virus sono uccelli selvatici, di solito anatre, ma sono altamente resistenti alla malattia.

Ci sono diversi tipi di influenza aviaria – H5, H7 e H9. Gli epidemiologi hanno ripetutamente messo in guardia dai pericoli del ceppo H5N1, che viene trasmesso dal pollame all’uomo. Il caso dell’influenza umana è stato segnalato per la prima volta nel 1997 durante un’epidemia a Hong Kong. Successivamente, la malattia si è espansa in Asia, Africa, Medio Oriente ed Europa.

Negli uccelli, questo ceppo causa la morte di massa. Tra i pazienti a cui è stata diagnosticata l’influenza aviaria H5N1 a causa di complicazioni, il tasso di mortalità è stato superiore al 50% a causa dello sviluppo drammatico della polmonite. Pertanto, la diffusione della malattia è molto pericolosa, perché può portare a un’epidemia mortale. Tuttavia, i casi di questa malattia pericolosa non sono ancora noti.

Prevenzione dell’influenza aviaria

È stato stabilito che le persone sono infettate da uccelli infetti e i casi di trasmissione dell’influenza aviaria da persona a persona non sono comuni. Le malattie non causeranno carne cotta correttamente, perché l’alta temperatura uccide il virus. Pertanto, è necessario aderire al regime di temperatura durante la cottura. Inoltre, l’OMS ha sviluppato una serie di raccomandazioni:

Non permettere ai bambini di giocare con uccelli selvatici o domestici che sembrano malati.

È vietato toccare con le mani o usare pollame che sono morti per ragioni sconosciute.

Se un uccello malato viene trovato a casa, un veterinario dovrebbe essere chiamato. Se trovano un uccello morto, si consiglia di andare alla clinica veterinaria e dopo l’analisi per bruciare la carcassa, proteggendosi con un respiratore e guanti.

La carne e le uova degli uccelli in frigo devono essere tenute separate dagli altri prodotti.

Per rafforzare il sistema immunitario in caso di rischio di raccogliere l’influenza consiglia di prendere farmaci antivirali e vaccinare.

Sintomi di influenza aviaria

Forme di manifestazione possono dipendere dal sistema immunitario del corpo, se la persona è stata precedentemente infettata dal virus, sviluppa resistenza a questa forma. I sintomi della malattia sono simili alla solita influenza: febbre alta, tosse frequente, dolore ai muscoli e alle articolazioni. Come risultato di complicazioni ci sono problemi con la respirazione, e si sviluppa la polmonite. Pertanto, se dopo il contatto con gli uccelli ci sono segni di malattie respiratorie raccomandano di consultare urgentemente un medico.

Un pericolo particolare è che la polmonite spesso porta alla centrobenessereperuomini.it/levitra.html morte del paziente. Secondo l’OMS, il 60% delle persone che hanno un ceppo altamente patogeno di influenza aviaria sono morte. Tuttavia, non si deve escludere che un tasso così elevato sia causato dal fatto che molte persone con la gravità media di tale influenza non si sono rivolte ai medici.

Trattamento dell’influenza aviaria

L’intervento medico è più efficace in una fase precoce della malattia. Il periodo di incubazione del virus dell’influenza H5N1 è di 2-3 giorni, in alcuni casi – 1-7 giorni. In caso di epidemia nella regione, si consiglia di andare in ospedale con la comparsa dei primi sintomi. L’insorgenza dell’influenza è di solito acuta – la persona inizia a febbre. Sul 2-3 giorno di febbre c’è una tosse bagnata, mal di gola, bronchite, ecc. A volte ci sono disturbi gastrointestinali, fegato, danni ai reni o al sistema nervoso.

I raggi X nelle prime fasi permettono di distinguere sui polmoni infiammazioni multiple che rischiano di diffondersi rapidamente ai polmoni. Confermare le malattie con metodi immunologici, molecolari-genetici e virologici.

Le persone sospettate di avere l’influenza sono ammesse a malattie infettive. Essi sono accreditati con farmaci antivirali per evitare che il virus si moltiplichi, che contribuisce alle prospettive di recupero. Ad alta temperatura inoltre utilizzare farmaci antipiroretici, in caso di complicazioni batteriche nella lista dei farmaci aggiungono più farmaci antibatterici. Durante il trattamento ospedaliero il paziente osserva il riposo a letto ed è in una struttura medica fino al pieno recupero.